Barcellona

Barcellona

Abbiamo visitato Barcellona nel 2011 in occasione del 30° compleanno di Michele, una città incantevole, anche se un tantino cara a mio parere.

Era la prima settimana di giugno, faceva caldo ma non troppo. Atterrammo all’aeroporto El-Prat di Barcellona in mattinata,  avemmo quindi tutta la giornata per iniziare a scoprire la città. Per prima cosa ci dirigemmo verso l’ hotel per lasciare le valigie. Prenotai in un simpatico hotel situato nel quartiere gotico (El Barri Gòtic) a 2 minuti dalla Rambla, lo trovai su booking.com e mi colpi perché ogni camera aveva una parete intera coperta da una gigantografia di una foto in bianco e nero, non potevo non sceglierlo. Una chicca per il mio fotografo!!!

Furono 4 giorni meravigliosi ed intensi, la città è affascinante, e la particolare architettura di Gaudì le conferisce un aspetto unico ed inimitabile. Casa Batllò, Casa Mila nota anche come “La Pedrera”, Park Guell, la Sagrada Familia, più che semplice architettura delle vere e proprie opere d’arte. Un museo a cielo aperto!

A lasciarci senza fiato fu anche la visita all’acquario, soprattutto quando ci ritrovammo sotto una galleria di vetro con gli squali che nuotavano tranquillamente sopra le nostre teste. Dal punto di vista eno-gastronomico la nostra alimentazione in quei giorni fu incentrata su tapas, paella, crema catalana, sangria e cervesa, non potevamo mangiare altro, rapiti da quei sapori che presto avremmo dovuto lasciare. Una sera assistemmo ad uno spettacolo di flamenco in un localino di Plaza Reial, fu molto suggestivo seppur la Cataloña non sia la patria di questa danza. Un altro luogo molto particolare , scoperto per caso poco prima di lasciare la città fu il Mercato de La Boqueria, un mercato coperto al cui interno è possibile trovare decine di botteghe alimentari molto carine e variopinte. Non si può visitare Barcellona senza passare per la Rambla ed imbattersi nei numerosi artisti di strada che, con i loro pazzeschi numeri e costumi, si rubano la scena l’uno con l’altro.

Barcellona è una città in cui tornerei volentieri, ma come dice sempre mio marito “il mondo è troppo grande e la vita troppo breve per vedere due volte lo stesso posto”.

Comments are closed.